Gestione della pubblicità

ottimo_admin · September 8, 2021

Il politico statunitense John Wanamaker disse della pubblicità: “Sono sicuro che metà del budget pubblicitario è sprecato, Ma non so quale metà”.

Questo pensiero sintetico spiega che anche se sapessimo che parte del denaro pubblicitario è stato sprecato, non avremmo altra scelta che investire comunque in pubblicità.

Sebbene le agenzie pubblicitarie utilizzino ancora la citazione Wanamaker per giustificare alcune campagne pubblicitarie di larga scala e molto costose, la realtà è che oggi, con lo sviluppo delle conoscenze sulla gestione della pubblicità, questa quota del 50% si è notevolmente ridotta, pur considerando il budget utilizzato per i test e le prove.

 

La gestione della pubblicità è uno dei settori di studio più importanti per la creazione di valore nella gestione del marketing.

 

Si tratta di una materia insegnata come disciplina indipendente nelle università e negli istituti formativi di tutto il mondo.

Le competenze nella gestione della pubblicità possono incidere direttamente sulle vendite, sui ricavi e sui profitti delle aziende, perciò sono sempre state considerate preziose e aprono un’ampia e diversificata varietà di opportunità di lavoro.

Anche in Ottimo Academy puoi trovare diversi corsi relativi alla pubblicità e alla gestione del marketing.

 

Ma questa lezione introduttiva non si limita alle questioni sollevate nelle lezioni di Ottimo Academy.

Vogliamo invece capire quali problemi e argomenti vengono considerati nel campo della gestione della pubblicità.

 

In particolare, vogliamo identificare con maggiore precisione le applicazioni concrete di queste conoscenze nelle attività di business.

 

Ecco la nostra domanda chiave in questa lezione:

Che cosa possiamo aspettarci da una maggiore conoscenza della pubblicità e della gestione pubblicitaria?

La risposta a questa domanda non è così scontata e ci insegna che parte delle aspettative più comuni in questo campo, anche da parte degli stessi professionisti del settore, è al di fuori della loro area di competenza e operatività. E che sono proprio queste false aspettative a rendere irrealistico o ingiusto il giudizio di alcuni sugli operatori del settore.

 

Quali aree copre il campo della gestione della pubblicità?

Di seguito esamineremo più in dettaglio alcune sottocategorie del settore pubblicitario:

  • Storia ed evoluzione del settore pubblicitario
  • Che cos’è la pubblicità? La definizione di pubblicità e i suoi limiti
  • Il ruolo della pubblicità nella società
  • Il ruolo della pubblicità commerciale nell’economia e negli affari
  • Rapporto tra pubblicità e altre attività organizzative
  • Familiarità con la struttura del settore pubblicitario
  • Conoscenza e strategie dei media
  • Principi di progettazione e implementazione di campagne pubblicitarie
  • Ricerca scientifica nel campo della pubblicità
  • Tecniche e metodi di produzione nella pubblicità
  • Aspetti etici e legali della pubblicità
  • A chi è rivolto il corso di formazione in Pubblicità di Ottimo Academy?
  • Alcune fonti del corso di Pubblicità

 

Storia ed evoluzione del settore pubblicitario

La pubblicità, come molte altre discipline, ha una lunga storia che dobbiamo conoscere per avere una comprensione profonda delle sue caratteristiche e della sua evoluzione.

 

In questo specifico settore, poi, la storia non si limita a decenni o secoli: gli archeologi hanno trovato esempi di pubblicità ambientali risalenti a millenni fa.

 

Comprendere l’evoluzione storica di mezzi, formati e strategie pubblicitarie, quindi, non ha un mero valore teorico.

Aiuta anche a comprendere le tendenze attuali del settore e a prevedere il futuro dell’industria pubblicitaria.

 

Lezione correlata:  Storia della pubblicità | Cinque passaggi chiave nel settore pubblicitario

 

Che cos’è la pubblicità? La definizione di pubblicità e i suoi limiti

Una lezione dedicata alla definizione di pubblicità può sembrare molto teorica, perché tutti abbiamo la sensazione di sapere indicativamente che cos’è la pubblicità.

 

Ma per studiare il campo della gestione della pubblicità in modo ampio e profondo, dobbiamo conoscere la definizione scientifica di pubblicità ed essere in grado di spiegare nel modo più accurato possibile quali sono i suoi limiti.

Più sapremo definire che cos’è la pubblicità, più capiremo la sua importanza negli affari e sapremo comprendere le differenze tra una comunicazione pubblicitaria di successo e una fallimentare rispetto agli obiettivi prefissati.

 

Le seguenti lezioni di Ottimo Academy sono progettate per questo scopo:

Qual è la definizione di pubblicità e come viene utilizzata?

Tipi di annunci: per cosa facciamo pubblicità?

 

Il ruolo della pubblicità nella società

Il pubblico dell’industria pubblicitaria è ampio ed eterogeneo.

Diverse classi sociali, diversi gruppi culturali ed economici, diverse fasce della popolazione hanno esigenze, preoccupazioni e priorità differenti.

 

Da un lato, quindi, la pubblicità cerca di aumentare la sua efficacia comprendendo meglio la società, e dall’altro, sceglie delle strategie pubblicitarie per modellare il gusto del suo pubblico.

 

Il ruolo della pubblicità commerciale nell’economia e negli affari

La pubblicità è così naturalmente legata all’economia che può sembrare inutile dedicare una parte della nostra discussione al suo ruolo nel mondo degli affari.

Il fatto è che in passato – e non di rado anche oggi – gli annunci pubblicitari erano spesso visti in modo negativo, a volte per il loro messaggio prettamente consumistico o come spreco di risorse aziendali.

 

Sebbene la pubblicità a volte possa farsi portatrice di entrambi i significati, non è corretto interpretarla come una scienza in grado di guidare totalmente la domanda e la crescita nella produzione economica di un’azienda.

 

Pertanto, chi vuole approfondire le sue competenze nel settore del marketing e della pubblicità deve conoscere le funzioni positive e negative della pubblicità nell’ambiente aziendale e il ruolo della pubblicità nell’economia nazionale e globale, al fine di identificare e analizzare con lucidità le opportunità e le minacce di questo settore.

 

Rapporto tra pubblicità e altre attività organizzative

Fino a pochi anni fa, la pubblicità era considerata un’attività secondaria e indipendente del sistema aziendale.

Una parte delle entrate veniva dedicata alle attività pubblicitarie e affidata a un reparto interno all’azienda o a un’agenzia esterna, con l’obiettivo di spendere il budget nel modo più efficiente possibile.

Ma nell’ultimo decennio, gli strumenti di comunicazione e relazione con i clienti sono diventati più diversificati.

Dalla confezione dei prodotti alle pubblicazioni sui social media, dall’abbigliamento dei dipendenti nel negozio fisico alle comunicazioni più istituzionali dell’unità di pubbliche relazioni, questi ed altri strumenti hanno il compito principale di inviare messaggi ai clienti e al pubblico.

 

Pertanto, la pubblicità non può più essere vista come un’isola indipendente nell’organizzazione strategica aziendale.

Oggi si parla di Comunicazione di marketing integrata o IMC (Integrated Marketing Communication).

 

La pubblicità è a tutto gli effetti parte integrante del sistema aziendale.

Le tecniche di gestione della pubblicità insegnano ai professionisti del settore quale posizione assumere all’interno dell’organizzazione aziendale e quali strategie adottare per creare la massima sinergia tra il loro reparto e le altre unità.

 

Familiarità con la struttura del settore pubblicitario

Definre la pubblicità come un’industria implica che tutto ciò che viene descritto e considerato per le industrie valga anche per la pubblicità.

In altre parole, dobbiamo essere in grado di parlare della struttura dell’industria pubblicitaria e di riconoscere e analizzare ogni sua componente.

Una parte significativa degli studi sulla gestione del marketing e della pubblicità, infatti, è in qualche modo legata all’analisi strategica del settore pubblicitario.

 

I seguenti contenuti sono alcuni esempi di discussioni sul tema che troverai nel corso di Ottimo Academy:

  • La struttura del settore pubblicitario
  • Le differenze tra pubblicità ATL, BTL e TTL
  • Scegliere un’agenzia pubblicitaria
  • Scegliere il giusto mezzo pubblicitario
  • Aiutare a scegliere il volume, la frequenza e il periodo di tempo adeguati per una comunicazione pubblicitaria
  • File video sul settore pubblicitario.

 

Conoscenza e strategie dei media

I media pubblicitari coprono una gamma molto ampia di strumenti, da quelli più tradizionali (brochure e cataloghi cartacei, cartellonistica) a quelli digitali (social network e software di messaggistica).

 

Gli studi sulla gestione della pubblicità presta attenzione ai media da diverse prospettive:

  • Definizione e conoscenza dei media
  • Caratteristiche dei mezzi di comunicazione
  • Misurazione e raccolta di informazioni sui media
  • Analisi del comportamento e delle preferenze del pubblico
  • Strategie di successo per l’utilizzo dei mezzi di comunicazione
  • Algoritmi e modelli di acquisto dei media
  • Principi e basi della presentazione dei media

 

Le seguenti sono solo alcune lezioni che Ottimo Academy ha dedicato ai media:

Tipi di mezzi pubblicitari

Tipologie di pubblicità esterna

Pubblicità ambientale, vantaggi e svantaggi

 

La questione del riconoscimento e della gestione dei media può essere sollevata anche da un’altra prospettiva.

Se per la tua azienda hai creato dei media specifici, la discussione sulla strategia dei media necessita di analisi differenti.

Per questo motivo abbiamo affrontato la gestione dei media per le imprese in un corso indipendente:

Gestione dei media per le aziende

 

Principi di progettazione e implementazione di campagne pubblicitarie

Le campagne pubblicitarie sono programmi più complessi e strutturati, che allineano le singole azioni pubblicitarie in un corpo unico e coerente.

 

Le seguenti lezioni del nostro corso di Pubblicità approfondiscono gli argomenti relativi alla progettazione e realizzazione di campagne pubblicitarie:

Principi per una campagna pubblicitaria efficace

Perché una campagna pubblicitaria fallisce?

I principi di una campagna pubblicitaria efficace

Pubblicità per il prodotto o pubblicità per il marchio: qual è la migliore?

 

Design e messaggio pubblicitari

Design pubblicitario, quali sono le tue aspettative?

Scegliere la struttura del messaggio pubblicitario

Scegliere tra messaggi unidirezionali e bidirezionali

 

Progettare e gestire una campagna pubblicitaria

Che cos’è una campagna pubblicitaria?

Che cosa si intende per ‘campagna’ in “campagna pubblicitaria”?

Definire gli obiettivi di una campagna pubblicitaria

 

Ricerca scientifica nel campo della pubblicità

Il metodo della ricerca scientifica ha le proprie caratteristiche, strutture e tecniche in ogni campo di applicazione, e la pubblicità non fa eccezione.

I principi generali del metodo scientifico vengono applicati nel campo della pubblicità per condurre ricerche quantitative o qualitative sulle funzioni, l’efficacia e l’impatto della pubblicità.

 

Coloro che vogliono occuparsi di gestione del marketing e della pubblicità devono conoscere almeno le basi dei metodi scientifici di ricerca e analisi del settore.

 

Tecniche e metodi di produzione nella pubblicità

Non importa quanto approfondiamo argomenti come i principi di un messaggio pubblicitario efficace e i metodi di ricerca scientifica del settore, la progettazione della creatività o di campagne integrate:

ogni messaggio, alla fine, deve essere realizzato e lanciato.

 

I principi e le tecniche della fotografia pubblicitaria, i principi della stampa e le relative differenze qualitative o le tecniche di progettazione della user experience, sono solo alcuni degli argomenti chiave della produzione pubblicitaria, da conoscere almeno superficialmente per passare dalla teoria alla pratica, dalla progettazione alla concreta realizzazione di un messaggio pubblicitario.

 

 

Aspetti etici e legali della pubblicità

La pubblicità ha sempre affrontato sfide morali e legali per rispettare le norme prescritte dai governi nazionali e internazionali, per questo ogni corso strutturato su questa materia dedica un posto speciale all’approfondimento di leggi ed etica.

 

Uno dei doveri di un manager del settore è assicurarsi sempre che la progettazione e l’implementazione della sua comunicazione pubblicitaria non oltrepassino i confini stabiliti dai principi etici.

 

Si tratta di un compito molto delicato, soprattutto perché ci sono azioni e strategie che non sono direttamente normati o vietati dalla legge, possono costituire una comunicazione ingannevole o una forma di concorrenza sleale.

 

A chi è rivolto il corso di formazione in Pubblicità di Ottimo Academy?

Il corso di Pubblicità di Ottimo Academy è progettato per tre gruppi di pubblico.

Il primo gruppo è costituito da coloro che seguono questo corso all’interno del più ampio corso MBA di Ottimo Academy.

A questo gruppo è caldamente consigliato di leggere le lezioni nell’ordine presentato e di svolgere i relativi esercizi.

Il secondo gruppo è formato da tutte le persone che vogliono promuovere la propria azienda, il proprio prodotto o marchio.

Naturalmente, queste persone si rivolgeranno a delle agenzie pubblicitarie per realizzare una campagna pubblicitaria ampia e completa.

 

Ma Ottimo Academy può fornire gli strumenti per padroneggiare con maggiore sicurezza le caratteristiche e i metodi per la progettazione di campagne pubblicitarie efficaci, evitando di trovarsi in una posizione di debolezza nelle trattative con le agenzie pubblicitarie.

 

Dobbiamo comunque ammettere che la maggior parte delle agenzie pubblicitarie possiede anche media propri o rapporti privilegiati con altri media esistenti, il che rende difficile che progettino campagne non in linea con i loro interessi.

 

Una buona conoscenza dei principi di base della pubblicità aiuterà a rendere più efficaci per entrambe le parti gli incontri tra aziende e agenzie pubblicitarie.

 

Il terzo gruppo sono i professionisti delle agenzie pubblicitarie.

Per chi lavora in un’agenzia pubblicitaria la maggior parte degli articoli di Ottimo Academy sull’argomento probabilmente saranno già noti e semplici, ma speriamo che possano aprire la mente a nuove tendenze e nuovi modelli emergenti nel settore.

 

Alcune fonti del corso di Pubblicità

Advertising: Concept and Copy, George Felton

Advertising Media Planning, Roger Baron e Jack Sissors

The Advertising Concept Book, Pete Barry

Advertising: A Very Short Introduction, Winston Fletcher

About Instructor

+217 enrolled
Open Registration

Course Includes

  • 7 Lessons

Responses

Your email address will not be published. Required fields are marked *