Lesson 3 of 9
In Progress

03- Definizione del comportamento non lineare in un sistema

ottimo_admin August 6, 2021

Obiettivi formativi e aspettative in questa lezione

 

In questa lezione non analizzeremo il comportamento non lineare dei sistemi con complesse rappresentazioni  matematiche, né affronteremo il comportamento non lineare in una disciplina specifica, come la fisiologia o il marketing.

 

Il nostro obiettivo è tracciare un’immagine di base del comportamento non lineare nella mente degli utenti di Ottimo Academy e spiegare la differenza tra comportamento lineare e non lineare nei sistemi.

foto

 

Circa due decenni fa Franz-Josef Elmer, professore all’Università di Basilea, ha fatto un’osservazione interessante rispetto alla definizione del comportamento non lineare (+).

 

Ha spiegato che parlare di comportamento non lineare è come parlare di ‘non elefanti‘:

What is “nonlinear dynamics”? Isn’t it a ridiculous term like “non-elephant zoology”?

Elmer spiega così la sua curiosa provocazione:

Quello che vuoi dire è chiaro e non è chiaro. Anche quando parli di non elefanti, ciò che viene in mente sono gli elefanti.

Possiamo semplicemente dire quello che vogliamo sugli elefanti e poi dire che i ‘non elefanti’ sono tutte le cose che non sono elefanti!

La spiegazione di Elmer è senza dubbio fuori dagli schemi, anche se ovviamente la definizione di comportamento non lineare non è così semplice.

La logica conclusione che possiamo trarre è che qualsiasi comportamento che non rientra nella definizione di comportamento lineare è non lineare.

Foto di Elefanti

Osserva con attenzione questi elefanti. Tutto ciò che non ha questo aspetto è un non-elefante.

 

Allora partiamo proprio da qui, dal principio: iniziamo la nostra analisi sul comportamento non lineare analizzando più a fondo le caratteristiche del comportamento lineare (il famoso elefante!).


Il comportamento di un sistema lineare cambia
linearmente con il cambiamento lineare dello stimolo.

Spieghiamo questa caratteristica con un esempio.

Foto di un panificio

Un panificio può essere considerato un sistema lineare:

se compriamo un panino a 1 euro, probabilmente avremo 10 panini con 10 euro e 100 panini con 100 euro.

Nessuno si aspetta di ottenere 200 panini pagando 2 euro!

 

Eppure non sempre è così:

se consideriamo gli acquisti all’ingrosso di qualsiasi prodotto alimentare, ad esempio di bibite, ci aspettiamo di ricevere poco più di 1.000 bibite pagando esattamente il prezzo dovuto per 1.000 unità.

Questo è ciò che chiamiamo sconto all’ingrosso.

Possiamo quindi considerare il comportamento del sistema dei prezzi e delle vendite di molte aziende come non lineare.

 

Ora analizziamo il comportamento del sistema di ricompensa nella progettazione dei sistemi di vendita.

Vuoi continuare a leggere questa lezione?

Seleziona e acquista uno dei piani disponibili per accedere a tutti i corsi di Ottimo Academy.

Unisciti alla community e diventa un utente premium di Ottimo Academy!

Con un abbonamento Premium a Ottimo Academy puoi accedere a tutte le lezioni, sempre aggiornate e scaricabili dove e quando vuoi, come queste:

   Elenco dei corsi di Ottimo Academy

Questi sono solo alcuni dei corsi che puoi trovare su Ottimo Academy:

Responses

Your email address will not be published. Required fields are marked *